NOTIZIE





Studio Legale Vietri - Studio Legale Vietri - Notizie
Studio Legale Vietri - Notizie

Il padre separato deve mantenere gli studi universitari fuori sede del figlio



undefined

Il padre separato deve pagare al figlio gli studi fuori sede anche se non condivide la scelta di frequentare un ateneo di un altra città.

Sentenza Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 1, ordinanza 18 marzo – 10 giugno 2016, n. 12013

Chi ruba per fame non compie reato (Sentenza 18248/2016)



 undefined

La Corte di Cassazione annulla la condanna inflitta dalla Corte di Appello di Genova ad un giovane clochard che spinto dalla fame, aveva rubato al supermercato piccole quantità di cibo per sfamarsi per un valore complessivo di 4€. Con questa sentenza la corte ha giudicato leggittimo non punire un furto per fame. E' stata così annullata senza rinvio la sentenza di condanna in appello "perchè il fatto non costituisce reato". Sentenza

 

Danno da Nascita Indesiderata - Risarcibilità (Sentenza n. 25767 del 22/12/2015)



 undefined

Le Sezioni Unite Civili, a risoluzione di contrasto, sulla responsabilità medica per nascita indesiderata, hanno affermato che: a) la madre è onerata dalla prova controfattuale della volontà abortiva, ma può assolvere l’onere mediante presunzioni semplici; b) il nato con disabilità non è legittimato ad agire per il danno da “vita ingiusta”, poiché l’ordinamento ignora il “diritto a non nascere se non sano.

Cassazione civile sez. II 27 gennaio 2016 n. 1546



undefined

Il conducente di un veicolo coinvolto in un sinistro stradale che rifiuta di sottoporsi al prelievo ematico, sottraendosi agli accertamenti imposti dagli artt. 186 e 187 del codice della strada, viola, con un'unica azione, diverse disposizioni che prevedono sanzioni amministrative e, pertanto, soggiace, ai sensi dell'art. 8 della legge n. 689 DEL 1981, alla sanzione prevista per la violazione più grave aumentata fino al triplo.

Lavoro Subordinato (Rapporto di) - Retribuzione - in genere Cassazione civile sez. lav. 26 gennaio 2016 n. 1352



undefined

Allo scopo di valutare se sia necessario retribuire il tempo occorrente per la vestizione degli indumenti lavorativi, è doveroso fare riferimento alla disciplina contrattuale specifica. Nelle ipotesi in cui al lavoratore sia lasciata la possibilità di scegliere il tempo ed il luogo in cui porre in essere le operazioni di vestizione, la retribuzione deve essere esclusa (fattispecie relativa alla azione proposta dai lavoratori di una cooperativa sociale, operante nel settore dell'assistenza agli anziani, i quali avevano citato in giudizio l'azienda, datrice di lavoro, per ottenere il pagamento, come lavoro straordinario, del tempo loro necessario ad indossare e svestire la divisa, imposta per lo svolgimento delle loro mansioni).

Home
Atom · Top ·